Studio Specialistico di Gastroenterologia - Dott. Francesco Quatraro - Gastroenterologo ed Endoscopista Digestivo - Acquaviva delle Fonti - Bari - UNREGISTERED VERSION

Horloge pour site Orologi per siti
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Marische anali

Gastroenterologia > Malattie Intestinali > dell'Ano

Le marische anali (anal tags), contrariamente ad un’opinione diffusa, non sono emorroidi esterne. Sono piccole pieghe cutanee presenti nella maggior parte delle persone adulte e in genere non indicano alcuna malattia.
Sono quindi costituite da ispessimenti cutanei localizzati sul bordo anale, possono comparire negli adulti e, sebbene più di rado, nei bambini.
Le marische possono essere:

  • idiopatiche, ovvero non associate ad alcuna causa,

  • secondarie a tromboflebiti emorroidarie o a ragade anale, o costituire la manifestazione esterna di emorroidi. Talvolta accompagnano una ragade o sono i residui di una "crisi emorroidaria" ormai risoltasi. Possono inoltre essere associate al prurito anale.


La diagnosi corretta non può pertanto prescindere da un esame proctologico completo, alla ricerca delle eventuali patologie anali associate.

Trattamento

Le marische idiopatiche solitamente non richiedono alcun trattamento, se non delle adeguate norme igieniche locali. Tuttavia se diventano voluminose da provocare fastidio, possono  essere asportate in anestesia locale. Nelle marische secondarie va trattata la causa eziologica.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu