Studio Specialistico di Gastroenterologia - Dott. Francesco Quatraro - Gastroenterologo ed Endoscopista Digestivo - Acquaviva delle Fonti - Bari - UNREGISTERED VERSION

Horloge pour site Orologi per siti
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fitobezoari

Gastroenterologia > Malattie Intestinali > dello Stomaco

CORPI ESTRANEI

Gli oggetti non digeribili possono essere ingoiati dai bambini e dagli adulti squilibrati o ubriachi. Quelli che portano la dentiera sono inclini a ingoiare le ossa del pollo o le lische di pesce. Gli spacciatori che ingoiano gli ovuli pieni di droga per sfuggire all'arresto possono sviluppare un ostruzione intestinale quando l'ovulo incontra una stenosi. Gli ovuli si possono anche rompere, causando un'overdose di droga.
L'80-90% dei corpi estranei del tratto GI riesce a passare spontaneamente, il 10-20% richiede un intervento non chirurgico e l'1% richiede un trattamento chirurgico.
Allora, la maggior parte dei corpi estranei intragastrici può essere ignorata, anche se per gli endoscopisti la tentazione di recuperare un oggetto dall'esofago, dallo stomaco o dal duodeno è irresistibile.
Gli oggetti più larghi di 5 × 2 cm raramente oltrepassano lo stomaco. Gli oggetti acuminati devono essere asportati perché nel 15-35% dei casi causano una perforazione intestinale, mentre quelli piccoli e rotondi (p. es., le monete) possono probabilmente essere tenuti sotto controllo senza un'inutile apprensione. Tuttavia, una batteria a forma di bottone alloggiata nell'esofago di un bambino può causare un danno corrosivo diretto, un'ustione a basso voltaggio e una necrosi da pressione e quindi richiede una pronta rimozione endoscopica.
I corpi estranei che sono passati nel piccolo intestino, di solito, percorrono il tratto GI senza problemi, anche se possono essere necessari settimane o mesi. Tendono ad arrestarsi a livello dell'ileo, subito prima della valvola ileocecale o in qualunque punto ristretto, come nel morbo di Crohn. Un detector manuale per il metallo rappresenta un semplice metodo non invasivo che localizza i corpi estranei metallici nel tratto GI e fornisce informazioni equivalenti alle rx dirette. Talvolta oggetti come gli stuzzicadenti restano nel tratto GI per molti anni, per essere trovati all'interno di granulomi o di ascessi, magari in occasione dell'esame istologico.

BEZOARI
Raccolte compresse di materiale parzialmente digerito o indigerito che rimane nello stomaco indefinitamente.

Introduzione
Gli agglomerati parzialmente digeriti di capelli o di fibre vegetali sono chiamati, rispettivamente, tricobezoari o fitobezoari. Il bolo di cibo (cioè, un aggregato di noccioli, semi, polpa di agrumi o coaguli di latte [lattobezoario]nei bambini piccoli) o le concrezioni di medicamenti (sucralfato, gel d'idrossido di alluminio) di gommalacca o di gomma da masticare possono mimare un vero bezoario e sono indicati come pseudobezoari.

Eziologia
Il tricobezoario (ammasso di peli) , che può pesare fino a 2,7 kg, si osserva più frequentemente in pazienti con disturbi neuropsichiatrici. Il fitobezoario (ammasso di fibre vegetali) si forma quasi sempre nei pazienti sottoposti a una resezione gastrica secondo Billroth I o II, specialmente quando associata a vagotomia. L'ipocloridria, la diminuita mobilità antrale e l'incompleta masticazione sono i fattori predisponenti più importanti. La gastroplastica con bendaggio verticale utilizzata nel trattamento dell'obesità patologica è stata associata ai bezoari gastrici. La gastroparesi diabetica è un'altra condizione caratteristica della formazione dei bezoari. In ultimo, il consumo di un particolare frutto, il cachi "non sbucciato", ha provocato epidemie di bezoari post-gastrectomia, che hanno richiesto il trattamento chirurgico in > 90% dei casi.

Sintomi e segni
La maggior parte dei bezoari non causa alcun sintomo, anche se si possono manifestare senso di pienezza postprandiale, nausea e vomito, dolore di tipo peptico e sanguinamento GI.

Occasionalmente, il bezoario post-gastrectomia può causare un'occlusione  del piccolo intestino, per la mancata funzione di filtro da parte del piloro.

Diagnosi e terapia
I bezoari, solitamente, sono scoperti con gli esami rx, ma possono essere scambiati per tumori. All'endoscopia, i bezoari hanno una superficie irregolare inequivocabile e possono variare nel colore dal giallo-verde al grigio-nero. Una biopsia endoscopica  che evidenzia la presenza di capelli o di fibre vegetali, è diagnostica. I bezoari sono stati dimostrati anche dall'ecografia e dalla TC dell'addome.
Un bolo di cibo non richiede alcun trattamento, le concrezioni simili alla pietra e i tricobezoari richiedono un trattamento chirurgico e i fitobezoari si trovano tra questi  due estremi. Una dieta liquida, il drenaggio gastrico, il lavaggio e la frammentazione endoscopica con le pinze o con uno spruzzo a getto, possono rompere i bezoari. Un solvente chimico spesso dà migliori risultati: 1,2 l di soluzione di cellulasi  (0,5 g/dl di acqua) somministrato per via orale nell'arco delle 24 h, per 2 gg. La metoclopramide, alla dose di 40 mg/ 24 h EV o alla dose di 10 mg q 4 h IM per vari giorni, può aumentare la peristalsi accelerando lo svuotamento gastrico.

Torna ai contenuti | Torna al menu